Consulenze gratuite

il venerdi pomeriggio previo appuntamento per ristrutturazioni energetiche o interventi edilizi.

-------

Consulenza

gratuita

On-line

Valutazione

investimento energetico

Featured Posts

Quale "cappotto" scegliere?

September 12, 2016

 

Cosa è il cappotto termico? 

Il cappotto termico è uno strato di isolante posto generalmente all'esterno dell’edificio.

Può essere impiegato sia per le nuove costruzioni sia per le ristrutturazioni.

Lo scopo è quello di realizzare una efficace prestazione termica dell’edificio che elimina anche i “ponti termici, le vie preferenziali di perdita di calore dagli edifici riconoscibili spesso per la presenza di muffe.

 

ALCUNI CONSIGLI:

Evitate di eseguire i lavori in periodi dell’anno troppo freddi o troppo caldi. La dilatazione termica eccessiva potrebbe rivelarsi solo uno dei problemi;

Le superfici oggetto di intervento devono essere pulite. In caso contrario si dovrà procedere alla rimozione di polvere, sporco, ecc.;

 

Nel caso sia presente umidità di risalita, è consigliabile la rimozione della malta ammalorata ed il
suo ripristino con specifico intonaco. Attendere l’asciugatura prima di eseguire il cappotto;

Quale “cappotto” scegliere.

 

QUALE SCEGLIERE?

Sul mercato sono presenti diversi coibenti termici con caratteristiche e costi diversi in relazione al materiale e allo spessore dello stesso.

Di seguito le principali caratteristiche di alcuni materiali:

 

Poliuretano espanso rigido: Il poliuretano è un polimero estremamente versatile usato per una svariata gamma di oggetti di uso comune.

PRO: i pannelli in poliuretano espanso rigido sono caratterizzati da ottime prestazioni termiche, buona resistenza meccanica, buona lavorabilità. Rispetto ad altri materiali isolanti permette stesse prestazioni termiche con spessori ridotti.
CONTRO: Per i poliuretani meno densi, col tempo potrebbe verificarsi la deformazione dei pannelli del vostro cappotto dovuta ad escursioni termiche. 

 

Lana di vetro: I pannelli in lana di vetro ad alta densità, idrorepellenti e trattati con una resina termoindurente sono spesso la scelta migliore. Nonostante il prezzo poco più elevato hanno ottime caratteristiche termiche ed acustiche.
PRO: Isolamento, protezione dal fuoco e durata nel tempo
CONTRO: Prezzo, impresa qualificata per realizzare l’intervento.

 

EPS: I pannelli di polistirene espanso sinterizzato (comunemente chiamato “polistirolo”) sono realizzati partendo dallo stirene, monomero ricavato dal petrolio. In genere sono identificati con una sigla (ex. EPS100) che rappresenta la classe dell’EPS. Più è grande la cifra, maggiore sarà la massa volumica e la conducibilità del materiale.
PRO: Sono i pannelli più utilizzati poiché sono quelli con miglior rapporto qualità prezzo. Buona lavorabilità.
CONTRO: Attenzione alla densità. Le imprese che realizzano cappotti e che fanno prezzi al ribasso, a volte utilizzano materiali dalle caratteristiche “scadenti”. Col tempo potrebbe verificarsi la deformazione dei pannelli del vostro cappotto dovuta ad escursioni termiche.
 

CONSIGLI: In corrispondenza della zoccolatura dell’edificio, nell’area a contatto con spruzzi d’acqua o al di sotto del livello del terreno si consiglia di utilizzare pannelli in XPS additivato con grafite in modo da evitare un degrado del cappotto dovuto ad umidità da risalita.

 

COSE DA SAPERE: In caso di ristrutturazione non dimenticate che per cappotti di elevato spessore bisognerà tener conto di adattare i davanzali e le soglie dei serramenti al nuovo spessore della parete.

Queste lavorazioni vanno accuratamente computate dal vostro tecnico perché spesso incidono sui costi complessivi dell’intervento.

 

Per eventuali ristrutturazioni energetiche contattateci senza impegno a www.ecoabito.it.

 

Please reload

Follow Us
Please reload

Search By Tags
Archive
Visita anche il nostro sito per consulenze e valutazioni professionali
Argomenti Trattati
Please reload

Post Precedenti

September 12, 2016

Please reload

Green Blog di Ecoabito.it